LA FESTA DEI PICCOLI BORGHESI

A partire dall'opera di BERTOLT BRECHT

con EMANUELE BUGANZA, NINA SILLA, MARCO DI TIERI, FEDERICA ALLORO, SILVIA CANCEDDA, RICCARDO FORNERIS, MARTA ZOTTI

regia ANDREA CIOMMIENTO

piattaforma CO.H 

in collaborazione con ECOCAMP - CASA DEL BORGO CAMPIDOGLIO (Torino)

2016

 

PRESENTAZIONE

 

Il Borgo Vecchio Campidoglio è un villaggio nella città di Torino: un luogo intimo in cui si entra sottovoce. L’identità di un luogo si costruisce sulle esperienze dei propri abitanti. Da questo punto abbiamo iniziato a costruire la nostra ricerca lavorando su più linee di sviluppo a partire dall’identità di una comunità, di un “villaggio popolare”, di un quartiere in città.

 

Il primo tema centrale per definire l’appartenenza a un villaggio è la "festa” nei propri “nuclei famigliari”. Quello che abbiamo scoperto dalle nostre ricerche è una drammaturgia sconosciuta di Bertolt Brecht chiamata le Nozze dei piccolo-borghesi. Una storia dissacratoria dove tutti i personaggi si mostrano corretti tra loro e alla fine si riveleranno spassosamente crudeli e selvaggi.

 

Oscar Wilde dubitava dell’apparenza della felicità coniugale. Brecht ne precisa l’inconsistenza solo in presenza dell’inganno di una società piccolo borghese. Ci interessa raccontare questo, le convenzioni sociali che fondano il nucleo delle famiglie. Questo breve adattamento riduce all’osso la struttura della storia non presentando le caratteristiche e i ruoli dei personaggi ma solo i fatti che all’interno di questa festa accadranno. Nulla sarà improvvisato, eppure la sensazione che ne verrà fuori sarà proprio quella di un ambiente di festa. Sapremo infine solamente che sono presenti alcune sedie di legno e un tavolo a poco a poco distrutti, una lampada rossa e alcune persone che vivranno la festa nuziale.

Questo spettacolo è interamente dedicato agli abitanti del Quartiere Campidoglio e debutterà nell'autunno 2016.