ANTIGONE LAB: IL DESIDERIO IMPOSSIBILE DA INCARNARE

 

A cura dello psicoanalista Michele Cavallo e del regista Andrea Ciommiento

 

PRESENTAZIONE

 

“La mia vita già da tempo è morta. Seppellirlo per potermene distaccare.Lì dove non ci sono leggi scritte, né dagli uomini né dagli dèi.Non è stato Zeus a ordinarmi di fare questo. Né la giustizia. Ma....”

(Antigone)

 

“Il nome dell’Antigone reale che va al supplizio nella Grecia del 400 a.C., è un nome dell’anima che prende voce in me come un rimorso e come un canto”

(Artaud)

 

“L’enigma che ci presenta Antigone, quello di un essere inumano. Il suo desiderio puro”

(Lacan)

 

“La femminilità è nell’essere dalla parte del non ancora... Prima della creazione è la de-creazione, la sospensione di ogni legge. Per questo è necessario un volontario annullamento dell'io e del sé personale, è necessario un desiderio di purezza, per respingere l'orrore della forza. Il male è tutto quanto appartiene al dominio della forza e dell’ottusa convinzione”

(Weil)

 

Si propone una lettura originale dell’Antigone di Sofocle, lontana dalle usuali interpretazioni che vedono la giovane figlia di Edipo come l’eroina che si oppone alle leggi ingiuste del potere e che individuano, così, la chiave di volta della tragedia nel conflitto Creonte-Antigone.

 

Invece la vicenda estremamente attuale verrà letta partendo da un’altra polarità che fa emergere temi inediti per le risonanze personali, per l’elaborazione e la traduzione scenica.

 

A fare da guida in questa rilettura saranno le visioni che ce ne hanno dato Antonin Artaud, Simone Weil, Jacques Lacan.Il lavoro partirà dal testo, dai passaggi in cui Antigone, colei che non può generare, fa emergere l’impossibilità della trasmissione di un desiderio empio.

 

Cosa comporta questa impossibilità nella tragedia e in generale nella nostra vita? Cosa vuol dire non aver ricevuto un’eredità (culturale, affettiva, sociale, politica) degna di fede? Degna della fiducia che richiede ogni scommessa sull’altro, sul futuro, sui legami?

 

Antigone mostra il tentativo estremo di una rigenerazione del desiderio. Ognuno avrà di che far risuonare su questo punto incandescente (seppur a diverse temperature).

GreenbBox Incubatore di idee 

SABATO 13 SETTEMBRE 2014 | H 15 > 18

Via Sant'Anselmo, 25 - Torino

 

Aperto a tutti e tutte: abitanti e artisti,

attori e attrici, autori e autrici